Impres­sio­ni del­la nos­tra pri­ma con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

Con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

ORIGINE

Ogni pro­get­to ha un’origine. Quel­la del­la Süd­ti­rol Filar­mo­ni­ca si rac­con­ta così: Lun­edì, 23 dicembre 2019. Ogni anno, sot­to Nata­le, da 7 anni a ques­ta par­te, Zeno Kerschbau­mer radu­na i “Süd­ster­ne” di Bress­ano­ne. E così, anche quest’anno, si ritro­va­no al ris­tor­an­te Trau­ben­wirt. Tra i pre­sen­ti — bris­si­ne­si resi­den­ti all’estero che tornano a casa per le feste‑, si tro­va­no anche Cor­ne­lia e Isa­bel Gol­ler. Non san­no anco­ra che quel­la sera­ta avreb­be seg­na­to il pun­to di ini­zio del­la rea­liz­za­zio­ne di un sog­no. Zeno non si lascia sfug­gi­re l’opportunità di intrat­ten­er­si con Isa­bel. Lei è un’arpista, lui ama la musi­ca clas­si­ca. La con­ver­sa­zio­ne si fa da sé. Passa­no pochi minu­ti e Zeno le con­fes­sa di nut­ri­re il sog­no di riuni­re musi­cis­ti altoa­te­si­ni che soli­tamen­te lavor­a­no all’estero per una serie di con­cer­ti da effet­tu­ar­si in Alto Adi­ge. “Quan­to sareb­be bel­lo port­a­re qui musi­cis­ti altoa­te­si­ni di fama inter­na­zio­na­le che suona­no in ensem­ble rino­ma­ti all’estero e crea­re un’orchestra di altoa­te­si­ni per altoa­te­si­ni!” Isa­bel non esi­ta un atti­mo. Zeno non è il solo a sogna­re ad occhi aper­ti. Isa­bel affer­ra il cel­lu­la­re per chia­ma­re Micha­el Pich­ler- uno dei pochi diret­to­ri d’orchestra altoa­te­si­ni. “Ciao Micha­el, dove sei?”, “Al mer­ca­ti­no di Nata­le, in piaz­za”. In quel momen­to si tro­va­va dun­que a nem­me­no 100 metri dal Trau­ben­wirt. “Rag­gi­ungi­ci, dob­bia­mo parl­ar­ti”. Da allo­ra, Cor­ne­lia Gol­ler, Isa­bel Gol­ler, Micha­el Pich­ler e Zeno Kerschbau­mer lavor­a­no alla rea­liz­za­zio­ne del loro sogno.

Impres­sio­ni del­la nos­tra pri­ma con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

Con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

ORIGINE

Ogni pro­get­to ha un’origine. Quel­la del­la Süd­ti­rol Filar­mo­ni­ca si rac­con­ta così: Lun­edì, 23 dicembre 2019. Ogni anno, sot­to Nata­le, da 7 anni a ques­ta par­te, Zeno Kerschbau­mer radu­na i “Süd­ster­ne” di Bress­ano­ne. E così, anche quest’anno, si ritro­va­no al ris­tor­an­te Trau­ben­wirt. Tra i pre­sen­ti — bris­si­ne­si resi­den­ti all’estero che tornano a casa per le feste‑, si tro­va­no anche Cor­ne­lia e Isa­bel Gol­ler. Non san­no anco­ra che quel­la sera­ta avreb­be seg­na­to il pun­to di ini­zio del­la rea­liz­za­zio­ne di un sog­no. Zeno non si lascia sfug­gi­re l’opportunità di intrat­ten­er­si con Isa­bel. Lei è un’arpista, lui ama la musi­ca clas­si­ca. La con­ver­sa­zio­ne si fa da sé. Passa­no pochi minu­ti e Zeno le con­fes­sa di nut­ri­re il sog­no di riuni­re musi­cis­ti altoa­te­si­ni che soli­tamen­te lavor­a­no all’estero per una serie di con­cer­ti da effet­tu­ar­si in Alto Adi­ge. “Quan­to sareb­be bel­lo port­a­re qui musi­cis­ti altoa­te­si­ni di fama inter­na­zio­na­le che suona­no in ensem­ble rino­ma­ti all’estero e crea­re un’orchestra di altoa­te­si­ni per altoa­te­si­ni!” Isa­bel non esi­ta un atti­mo. Zeno non è il solo a sogna­re ad occhi aper­ti. Isa­bel affer­ra il cel­lu­la­re per chia­ma­re Micha­el Pich­ler- uno dei pochi diret­to­ri d’orchestra altoa­te­si­ni. “Ciao Micha­el, dove sei?”, “Al mer­ca­ti­no di Nata­le, in piaz­za”. In quel momen­to si tro­va­va dun­que a nem­me­no 100 metri dal Trau­ben­wirt. “Rag­gi­ungi­ci, dob­bia­mo parl­ar­ti”. Da allo­ra, Cor­ne­lia Gol­ler, Isa­bel Gol­ler, Micha­el Pich­ler e Zeno Kerschbau­mer lavor­a­no alla rea­liz­za­zio­ne del loro sogno.

Südtirol Filarmonica Arton Verein

Impres­sio­ni del­la nos­tra pri­ma con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

Con­fe­ren­za stam­pa del 19.10.2020 nel Waag­haus di Bolzano.

ORIGINE

Ogni pro­get­to ha un’origine. Quel­la del­la Süd­ti­rol Filar­mo­ni­ca si rac­con­ta così: Lun­edì, 23 dicembre 2019. Ogni anno, sot­to Nata­le, da 7 anni a ques­ta par­te, Zeno Kerschbau­mer radu­na i “Süd­ster­ne” di Bress­ano­ne. E così, anche quest’anno, si ritro­va­no al ris­tor­an­te Trau­ben­wirt. Tra i pre­sen­ti — bris­si­ne­si resi­den­ti all’estero che tornano a casa per le feste‑, si tro­va­no anche Cor­ne­lia e Isa­bel Gol­ler. Non san­no anco­ra che quel­la sera­ta avreb­be seg­na­to il pun­to di ini­zio del­la rea­liz­za­zio­ne di un sog­no. Zeno non si lascia sfug­gi­re l’opportunità di intrat­ten­er­si con Isa­bel. Lei è un’arpista, lui ama la musi­ca clas­si­ca. La con­ver­sa­zio­ne si fa da sé. Passa­no pochi minu­ti e Zeno le con­fes­sa di nut­ri­re il sog­no di riuni­re musi­cis­ti altoa­te­si­ni che soli­tamen­te lavor­a­no all’estero per una serie di con­cer­ti da effet­tu­ar­si in Alto Adi­ge. “Quan­to sareb­be bel­lo port­a­re qui musi­cis­ti altoa­te­si­ni di fama inter­na­zio­na­le che suona­no in ensem­ble rino­ma­ti all’estero e crea­re un’orchestra di altoa­te­si­ni per altoa­te­si­ni!” Isa­bel non esi­ta un atti­mo. Zeno non è il solo a sogna­re ad occhi aper­ti. Isa­bel affer­ra il cel­lu­la­re per chia­ma­re Micha­el Pich­ler- uno dei pochi diret­to­ri d’orchestra altoa­te­si­ni. “Ciao Micha­el, dove sei?”, “Al mer­ca­ti­no di Nata­le, in piaz­za”. In quel momen­to si tro­va­va dun­que a nem­me­no 100 metri dal Trau­ben­wirt. “Rag­gi­ungi­ci, dob­bia­mo parl­ar­ti”. Da allo­ra, Cor­ne­lia Gol­ler, Isa­bel Gol­ler, Micha­el Pich­ler e Zeno Kerschbau­mer lavor­a­no alla rea­liz­za­zio­ne del loro sogno.

Arton Logo